Rapaport

Il listino dei diamanti di tagliati è il Rapaport Diamond Report.

Negli anni ’70, Martin Rapaport ebbe la geniale intuizione di formalizzare quello che avveniva tutti i giorni nelle sale degli scambi delle 3 Diamond Exchange più importantidell’epoca: Anversa, Tel Aviv e New York. Fino a quel giorno i prezzi erano ricavati dal
mercato locale e quindi quello che era vero ad Anversa, non corrispondeva a New York.Il listino prezzi Rapaport (Rapaport Diamond Report), anche conosciuto come “la lista”, è la fonte di informazioni sui prezzi per il commercio dei diamanti, è il punto di
riferimento utilizzato dai trader di diamanti , come guida per conoscere e valutare i prezzi e le quotazioni dei diamanti.
Questo listino viene pubblicato ogni giovedì e riporta i prezzi distinguendo i diamanti per categorie secondo il taglio, il colore, la purezza ed il peso (le celebri 4 “C”: Cut, Color, Clarity, Carat).
Il risultato notevole è che oggi, da ogni parte del mondo, ogni operatore accreditato agli scambi sul mercato telematico può conoscere il valore reale di un diamante, come avviene per le altre materie prime.

R

Solo il 20% dei diamanti estratti ha caratteristiche tali da poter divenire una pietra preziosa, il resto è destinato al settore industriale nelle tecnologie più avanzate.

R

Inoltre solo il 2% del “tagliato”, del mercato commerciale, costituisce i diamanti da investimento, pietre completamente diverse da quelle destinate alla gioielleria: un bene raro e di grande prestigio.

R

Ecco perché questa pietra costituisce la scelta migliore per un investimento e per diversificare il patrimonio, non a caso è considerato dai migliori economisti ed investitori il bene rifugio per antonomasia.