Kimberley Process

PASSION DIAMOND aderisce al programma mondiale di autoregolamentazione, denominato Kimberley Process, nato dalla volontà dei principali paesi sudafricani di potenziare il commercio di diamanti provenienti da luoghi dove il lavoro di estrazione è controllato e tutelato e volto a garantire che i profitti ricavati dal commercio di diamanti non vengano usati per finanziare guerre civili.

Oggi 69 Governi, in collaborazione con il settore dei diamanti e le ONG, sono impegnate e legalmente vincolate nell’ambito di questo processo controllato dall’ONU. I paesi aderenti al Kimberley Process (compresa la Comunità Europea come singolo partecipante in rappresentanza di 27 stati) coprono attualmente ben il 99% della produzione globale di diamanti grezzi.
I paesi partecipanti al Kimberley Process sono soggetti a ispezioni periodiche e a procedure di monitoraggio da parte degli altri stati membri, allo scopo di garantirne il rispetto. Inoltre, tutte le transazioni di vendita di diamanti sono sottoposte singolarmente a controllo e sono altresì soggette a regolamenti governativi indipendenti. I paesi che risultino non conformi sono soggetti a sanzioni da parte del Kimberley Process.

Tutti i paesi che fanno parte del Kimberley Process sono tenuti sotto stretto controllo.
Per maggiori informazioni su Kimberley Process, potete visitare il sito web www.kimberleyprocess.com